Calendario Eventi
Giugno 2008
D L M M G V S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 1 2 3 4 5

Racconto sull'amicizia

RACCONTO SULL' AMICIZIA
 

C’era una volta una bambina un po’…particolare. Si chiamava Raffaella, come tutti gli altri bambini andava a scuola, studiava, ma si comportava in modo antipatico. Ora vi spiego meglio: Raffaella, se qualcuno le faceva una domanda, rispondeva sempre male, non sorrideva mai e, quel che piu’ faceva indispettire i compagni (ma anche le maestre), parlava soltanto per prendere in giro e fare la spia. Una situazione del genere era difficile da risolvere, anche perché Raffaella peggiorava di giorno in giorno… Non se ne poteva proprio piu’!Amicizia_1

I compagni di scuola le provarono un po’ tutte: la invitavano alle feste, “si sforzavano” di parlarle in modo gentile, di farle alcuni favori… Ma lei niente! Non cambiava atteggiamento.

Finche’ una mattina…ci fu una novità: nella sua classe arrivo’ un altro alunno, Riccardo. E volete sapere una cosa buffa? Ebbene, questo bambino era antipatico, ancora piu’ antipatico di Raffaella! Così, ben presto, sia Riccardo che Raffaella furono isolati dal resto della classe: tutti si erano stufati di subire dispetti e, quindi, decisero di ignorare i due compagni,

facendo addirittura finta che non esistessero. All’inizio,  i due cercarono di non dare importanza alla faccenda; ma poi piu’ passava il tempo e piu’ si sentivano soli e tristi.

Non c’era neanche piu’ gusto nel fare la spia o nel dire qualche cattiveria, quando a nessuno sembrava che importasse!

Raffaella osservava Riccardo: capiva che quel bambino era in difficoltà perché non aveva piu’ amici… E Riccardo pensava esattamente la stessa cosa di Raffaella.

Gli altri bambini continuavano a lasciarli da soli, così non rimaneva altro da fare se non…diventare amici l’uno dell’altra. Riccardo e Raffaella non ci misero  molto a conoscersi e, anzi, ogni giorno che passava diventavano sempre piu’ amici.

Capirono ddi essersi comportati davvero male e, proprio per questo, tutti e due avevano paura che ormai piu’nessuno avesse voglia di giocare o parlare con loro… infatti ci volle un po’ di tempo, prima di poter cominciare a conquistare la fiducia degli altri compagni.

Sapete, però, non è mai troppo tardi per trovare un amico in piu’.

 

Amicizia_3Amicizia_4